Osservazioni sulla fenologia fiorale di alcune cultivar di nocciolo coltivate nel Monferrato

0

E’ noto come le varietà di nocciolo coltivate non siano in grado di autoimpollinarsi per cui si rende necessaria la presenza nel noccioleto di piante di altre varietà geneticamente compatibili da usare come impollinatrici. Queste devono essere scelte tra quelle in grado di produrre polline compatibile nel periodo in cui sono recettivi i fiori femminili della varietà da impollinare cioè oltre alla compatibilità genetica è richiesta anche una compatibilità fenologica.

Proponiamo ai nostri lettori un lavoro trasmessoci dal prof. Alessandro Roversi in cui vengono presentati i risultati di una ricerca condotta in Piemonte dal 2013 al 2017 per individuare le varietà da impiegare come impollinatrici della Tonda Gentile Trilobata (TGT). Per la prima parte della fioritura sarebbero indicate le varietà Camponica, Mortarella e San Giovanni, per la seconda 101 e Pauetet, mentre la Tonda Romana e la L35 sarebbero consigliabili per la parte finale della fioritura della TGT.

Scarica il lavoro

Autori: Alberto Pansecchi (1),  Alberto Tosca (2), Alessandro Roversi (3)

(1) Agronomo, libero professionista; (2) Ricercatore Fondazione Minoprio; (3) Agronomo free-lance

Copyright: www.nocciolare.it

Comments are closed.