Sei in: Tecniche Colturali

I frutti di Corylus avellana, comunemente conosciuti come nocciole, possono essere conservati con o senza guscio, allo stato fresco o come prodotto essiccato. A causa
del loro basso contenuto in umidità residua (dal 2 al 10 %), sono caratterizzati da un basso tasso respiratorio anche a temperatura ambiente e pertanto sono di ottima serbevolezza grazie all’adozione di adeguate pratiche e formule di conservazione.

Proponiamo ai nostri lettori questa relazione presentata in occasione del convegno organizzato da Confagricoltura Umbria a Bastia Umbra lo scorso 2 aprile, perchè contiene importanti novità nel panorama varietale corilicolo italiano. Sei nuovi genotipi di particolare interesse agronomico e merceologico sono stati iscritti nel Registro nazionale delle varietà di nocciolo dal Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari ed Ambientali dell’Università di Perugia, a seguito di un programma di miglioramento genetico iniziato negli anni ’80.